La gengivite è una leggera infezione delle gengive, che può essere sviluppata da chiunque. I sintomi più comuni sono irritazione, arrossamento e gonfiore, spesso accompagnati da alito cattivo, aumento della sensibilità gengivale e sanguinamento, soprattutto durante l’uso dello spazzolino.

Oltre a una scarsa igiene orale, che permette alla placca di formarsi sui denti, gli altri elementi che contribuiscono ad aumentare il rischio di sviluppare questa patologia sono l’eccesso di fumo, l’età, il diabete, alcuni farmaci, otturazioni spezzate, gravidanza, genetica, immunità compromessa, secchezza della bocca.

Se non trattata, la gengivite può aggravarsi e causare gravi infezioni, note come parodontiti, e addirittura la perdita dei denti. Per gli esperti, è anche associata a un aumento del rischio di diabete, infarto e malattie polmonari.

Lavarsi i denti almeno due volte al giorno, utilizzare il filo interdentale ed effettuare controlli periodici sono fondamentali per prevenire questo disturbo, accompagnando il tutto con alcuni semplici rimedi casalinghi per curare e prevenire.

saleSale
Grazie alle sue proprietà antisettiche e antibatteriche, può contribuire a trattare le gengive gonfie e infiammate. Inoltre, cura l’infezione di eventuali ascessi e inibisce la crescita dei batteri all’interno della bocca.
– Aggiungete mezzo cucchiaino di sale fino in un bicchiere d’acqua tiepida
– Mescolate bene finché non si sarà sciolto del tutto.
– Utilizzate questa soluzione salina per sciacquare la bocca ogni mattina e ogni sera, fino a quando il gonfiore delle gengive non si sarà ridotto.

curcumaCurcuma
Uno studio, pubblicato sul Journal of Indian Society of Periodontology, ha scoperto che fare sciacqui con la curcuma può aiutare a impedire la formazione di placca e l’insorgere di gengiviti, grazie alle sue proprietà antiplacca, antinfiammatorie e antimicotiche, paragonabili a quelle di un collutorio tradizionale a base di clorexidina.
– Realizzate una pasta con 1 cucchiaino di curcuma in polvere e mezzo cucchiaino di sale e olio di senape. Applicate sui denti e sulle gengive massaggiando, 2 volte al giorno
– In alternativa: create una pasta a base di curcuma in polvere e acqua, mettetela su uno spazzolino a setole morbide e lavate i denti come di consueto. Ripetete questo trattamento 2 volte al giorno, per almeno un paio di settimane.

olio_di_sesamoOlio di sesamo
L’oil pulling è una pratica ayurvedica che può contribuire a limitare il proliferare di batteri che causano la gengivite. Riduce la placca, rinforza le genigive e contribuisce a mantenere una buona salute orale.
– Mettete un cucchiaino di olio di sesamo in bocca
– Muovetelo nella bocca e sui denti per 15-20 minuti. Attenzione: non fate gargarismi e non deglutire l’olio
– Ripetete questo trattamento ogni mattina, prima di lavarvi i denti, per circa un mese

aloe_veraAloe vera
Ha proprietà antibatteriche e antifungine molto efficaci contro la gengivite. Inoltre, può alleviare il dolore e ridurre l’infiammazione.
– Spezzate una foglia di Aloe Vera ed estraetene la polpa
– Strofinatela direttamente sulle gengive interessate
– Lasciate in posa per 10 minuti, poi fate i gargarismi con acqua fredda
– Ripetete questo trattamento un paio di volte al giorno, fino a quando l’infiammazione non sarà scomparsa

chiodi_di_garofanoChiodi di garofano
Si possono usare per combattere le gengiviti, perché hanno forti proprietà antisettiche, antinfiammatorie, antiossidanti e analgesiche.
Nota: le donne in gravidanza, i bambini e le persone che assumono farmaci per fluidificare il sangue dovrebbero evitarne l’uso.
– Masticate 2 o 3 chiodi di garofano, 3 volte al giorno

Tratto da: rivista “Bio magazine”, n.6, aprile 2015