zenzeroPROPRIETA’ DIGESTIVE
Numerose sono le spezie apprezzate per le proprietà digestive e aperitive: tra queste, lo zenzero. La medicina indiana sa da secoli che lo zenzero è in grado di contribuire al buono svolgimento della digestione.
All’origine della stimolazione del processo digestivo vi sono le oleoresine e l’olio essenziale contenuti nel rizoma. Queste sostanze permettono all’organismo di accrescere la secrezione di succhi gastrici, stimolare la produzione di bile e favorire il funzionamento meccanico dell’intestino (la peristalsi). Lo zenzero infatti agisce sul sistema gastrointestinale per aumentare la mobilità gastrica.
L’esperienza dimostra che, per essere efficace, lo zenzero va consumato per un lungo periodo, in modo da permettere l’aumento della produzione e dell’attività enzimatiche (lipasi, maltasi e tripsina). Il consumo di zenzero viene pertanto consigliato in caso d’inappetenza o dispepsia.
Di fatto l’azione dello zenzero, come quella di quasi tutte le spezie digestive, è duplice. Lo zenzero stimola simultaneamente il lavoro del fegato, che produce più bile, e quello degli altri organi coinvolti nel processo digestivo, i quali secernono altri enzimi.
Inoltre, lo zenzero sembra esercitare un’efficace protezione sulle mucose dello stomaco, permettendo così di ridurre i problemi di acidità gastrica.
zenzero_radiceVarie sostanze, tra le quali il 6-gingerolo, il 6-shogalo e lo singiberen, sono in grado di proteggere la parete dello stomaco dall’ulcerazione causata dalla soluzione di acido cloridrico, etanolo e altre componenti. Secondo il dottor Gigon, autore del libro La vérité sur ces plantes qui soignent (ed. L’Express), per combatter l’ulcera gastrica la combinazione vincente è costituita da zenzero e broccoli.
A livello intestinale, lo zenzero riduce il gonfiore, favorisce l’eliminazione dei gas ed esercita un’azione lenitiva in caso di spasmi. Sarebbe altresì in grado si ridurre la diarrea.
Di seguito elenchiamo altre proprietà terapeutiche dello zenzero:
Antinfiammatorio, è utilizzato per ridurre, tra le altre cose, le infiammazioni muscolari e articolari
Antiossidante, contrasta l’azione dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare.
Antiemetico, combatte la nausea provocata dal mal di viaggio, dalle cure chemioterapiche, dai postumi di un intervento chirurgico. Allevia altresì le nausee in gravidanza, sebbene alcuni autori raccomandino precauzione in quest’ultima indicazione.
Tonificante e riscaldante, è ritenuto una spezia “calda”, in grado di tonificare l’organismo.zenzero_tisana
Espettorante, secondo la medicina tradizionale permette di placare la tosse
Antibatterico e antimicotico, è un alleato, soprattutto nella stagione fredda.
Antiemicrania, secondo la tradizione ayurvedica è in grado di combattere mal di testa ed emicranie.
Antitumorale, è in grado di contrastare lo sviluppo delle cellule tumorali.
Anticolesterolo, riesce a combattere sia la presenza sia la formazione di colesterolo e trigliceridi.

Tratto da: Alessandra Moro Buronzo, Zenzero
zenzero