sarvangasana_okDistenditi su un tappeto o una stuoia, e iniziando con la flessione delle ginocchia portale in alto e verso il petto. Innalzandoti, metti il palmo delle mani al di sotto del basso dorso e fletti i gomiti portando le anche verso l’alto in modo da sostenerti bilanciato su spalle e avambracci. Ora estendi le gambe portandole in alto mentre premi con le mani raddrizzando ulteriormente il dorso. Tieni le gambe vicine e le dita dei piedi puntate verso l’alto come se fossi un maestoso candelabro. Abbassa lentamente le anche, scendendo dietro ma mantenendo le gambe diritte mentre ritorni nella posizione di rilassamento.

Benefici:
In questa asana la ghiandola tiroide riceve un ricco apporto di sangue. Ciò costituisce una valida alternativa ai moderni trattamenti per la tiroide. Cura la lebbra, la dispepsia, la costipazione, l’appendicite, vari disordini gastrointestinali nonché le vene varicose. Con la pratica di questa asana si riduce il grasso addominale e viene mantenuto un aspetto giovanile. Cessano le polluzioni notturne.

logo-timbroGrazie alla collaborazione con: FABRIS CLAUDIO
Inizia a praticare Hatha Yoga nel 1983 partecipando a seminari formativi sia in India che in Italia. Pratica meditazione dal 1984.
Nel 1999 inizia a insegnare Hatha Yoga a Vicenza e in provincia.
Nel 2005 consegue il diploma di insegnante Yoga presso l’Istituto Yoga “Carlo Patrian” di Milano.
Dal 2006 segue la Scuola di formazione insegnanti di Walter Thirak Ruta della Scuola Yoga Pramiti di Ventimiglia (IM).
Dal 2005 insegna Yoga presso la Casa Circondariale di Vicenza tenendo corsi per gli ospiti e per gli agenti.
Dal 2008 dirige “GANAPATI” Scuola di Yoga di Vicenza.